Tag Archive for 'rpg'

Menù a manovella

Posterò in questo articolo le recenti modifiche al menu di Terra, che andrò via via a commentare.

* Attenzione: molte immagini in un articolo solo *
* Click per ingrandire *


• La hud è stata spostata in basso, spazio dove generalmente c’è scura ed inutile terra.
• Al posto dello stato (KO, veleno ecc…) in alto a destra dell’avatar ho aggiunto il livello del personaggio.
• Parti di questa hud fanno uso della hud del Blizz-ABS (by Blizzard).


• Versione riadattata del Ring Menu (by XRXS, Dubealex e Hypershadow180).
• Andare a destra o sinistra fa ruotare le icone!
• Totale contante (gusci e conchiglie) a sinistra, luogo a destra.

Le icone del menù


• Inventario, con le barre della salute e del mana sotto.
• L’immagine descrittiva dell’oggetto è solo un segnaposto, verranno pixellate.


• Menù delle abilità, molto simile a quella dell’inventario ma senza l’immagine descrittiva.


• Equipaggiamento, e qui si fa interessante.
• A sinistra l’immagine del personaggio vista dall’alto.
• A seconda di cosa si evidenzia in alto a destra, si illumina la corrispondente parte del corpo a sinistra (in questo caso le braccia per l’arma).
• Tutte e 7 le statistiche, 4 base e 3 derivate.
• L’inventario sotto che mostra quanti equip si hanno in borsa.
• Molto probabilmente l’accessorio (qui Ring of Strength) non avrà caratteristiche particolari se non quella di cambiare la grafica del personaggio nella mappa (per esempio con l’aggiunta di un cappellino).


• Il log delle missioni, versione riadattata dello script di Zeriab.
• Ogni missione avrà la sua icona personale.


• Ogni icona di missione è cliccabile, e cliccarla mostrerà una seconda finestra di informazioni, quest giver, zona di consegna e obiettivo.


• Schermata di salvataggio.
• Mostra un personaggio per volta, design accativante!
• Clicca qui per vedere la schermata di caricamento.
• Clicca qui per vedere la schermata di uscita.


• La schermata dei trofei sbloccati! (versione riadattata dello script di Stripe103 e Zeriab).
• Ogni trofeo (achievement) raggiunto aggiungerà un gettone Maya, che potrà venire usato per un minigame.


• La schermata più importante: i tasti rapidi.
• Si potrà scegliere se aggiungere abilità e/o oggetti nell’inventario come hotkey.

Molte parti sono ancora in inglese, perché tutto ciò è ancora un work in progress prossimo alla fine.

Qui termina il tour, la font utilizzata per i dialoghi è Vinque!

Analisi e crocifissione del gioco di ruolo

Provenendo direttamente da un gioco di ruolo certe volte mi vien da pensare come sia il mondo là fuori, al di fuori di Kalimdor.

Tutti i generi di videogiochi esistenti hanno certe caratteristiche, ma la cosa più interessante è che ognuno di questi premia qualcosa che solo il giocatore ha e deve utilizzare per poter giocare al meglio. Se devo pensare a quali abilità ogni genere mette sul tavolo del player, questo è quello che riesco a tirare fuori:

  • FPS – Destrezza e riflessi;
  • RTS – Comando e capacità di controllare grandi quantità di unità in tempo reale;
  • TBS – Strategia militare;
  • Punta e Clicca – Fantasia e creatività;
  • Sport – Conoscenza delle regole e strategie di quel particolare sport;
  • Platform – Precisione nell’uso dei comandi;
  • Tomb Raider Series – La tua idea che archeologia e tette vadano d’accordo;
  • The Sims – La tua femminilità nascosta capace di arredare un bagno;
  • RPG/MMORPG – ?

E’ esatto. Il gioco di ruolo non premia niente. E’ lento, noioso, fatto di mille letture e/o filmatini. Non hai bisogno di essere particolarmente veloce o attento, e questo fa sì che tutti possano diventare bravi in questo genere (e nonostante questo non attira comunque buona parte dei gamers). Ma più di tutte il gioco di ruolo è lento!

Non solo devi raccogliere oggetti, raggiungere un certo livello altrimenti gli avversari ti fanno fuori, equipaggiarti al meglio e quindi farmare la moneta corrente del gioco, leggere dialoghi di storia senza fine, scoprire tutti i segreti… ma la mappa in cui di solito si svolge il gioco è immensa! Non mi stupisce affatto che nei gdr moderni non ci sia il contapassi.

Il gdr è un riadattamento dei famosi rogue-like per avere un’esperienza di gioco simile ma più vasta e varia. Non si può pretendere troppo però da un genere che nasce da un altro genere noioso, infatti è stato miscelato.

Il gioco di ruolo vero e puro è qualcosa che ormai esiste solo in rete (e nella misteriosa nazione giapponese) ed il MMORPG è probabilmente il genere più odiato e controversalmente amato di sempre. Ma non tutto è perduto: l’essenza e tutti i tratti positivi che il gdr possa avere sono perfetti per mischiarsi a qualunque altro genere in esistenza al momento!

Per citarne alcuni: Borderlands è uno sparattutto con qualche elemento da gioco di ruolo; Need for Speed è un gioco di guida con qualche elemento da gioco di ruolo, Warcraft III è uno strategico in tempo reale con elementi da… allo stesso modo è vero il contrario in quanto giochi come Mass Effect e Fallout 3 sono dei gdr con elementi da sparattutto mentre Dragon Age contiene elementi da gioco di strategia a turni. Che fine ha fatto il genere vero e proprio?

Ve lo dice la tripla B. E’ deceduto tanti anni fa. Mentre tanti altri giochi continuano ad essere fedelissimi al proprio genere, le pecche della quale soltanto il gdr è composto fanno sì che diventi ripetitivo dopo uno o due titoli della stessa serie. Come mai questo non viene praticamente mai detto per tutti gli altri generi? La risposta è celata nei difetti del gioco.

  • É un genere lento – Perché mi fai correre un tratto di strada pari a tre vie reali di centro soltanto per consegnare una lettera misteriosa che non posso nemmeno leggere? Se non voglio uscire di casa e giocare ad un gioco non significa che debba fare i metri non percorsi nella vita reale sul computer. Tanto non dimagrisco. Non mi fa bene. Sì, ok, il paesaggio è bello e curato ma non ne vale la pena. Meglio un titolo uguale al precedente ma rapido piuttosto che la stessa solfa lunga più della trilogia estesa del Signore degli Anelli di fila.
  • É sbilanciato – Perché dovrei picchiare gli avversari con la spada di legno che mi ha dato il nonno prima di morire dicendomi di partire all’avventura, quando potrei prendere in mano un grenade launcher? Per poi scoprire che l’arma finale del gioco – un bastone magico – è più forte di un’arma esplosiva! In certi giochi conta soltanto l’equipaggiamento, non il modo in cui si gioca.
  • Si perde in frivolezze, la maggior parte dovuti all’interfaccia – Se l’equipaggiamento e la raccolta di oggetti è così importante perché mi fate perdere tempo a sistemare gli oggetti nell’inventario, in alcuni casi stando anche attenti a quanti spazi occupino? Sembra più tetris con elementi di gioco di ruolo. É inoltre abbastanza brutto scoprire che (probabilmente per colpa dei controlli delle consolle) giochi come Mass Effect non possano avere un sistema di inventario decente.
    Chrono Trigger 1 – Mass Effect 0.
  • L’interpretazione del personaggio – Non è nemmeno corretto chiamare il genere con il suo nome. Non è più un gioco di ruolo (o meglio ancora, la versione digitale non lo è mai stata) perché si gioca e non si interpreta. Come si dovrebbe chiamare?

Il gdr è un gioco fatto per quelle persone alla quale piace vedere dei numeri diventare grandi.

E io sono una di queste.

NB: da non prendere alla lettera.

Per sempre in lutto [22/07/09]

Alcuni di voi non riusciranno esattamente a capire l’inizio di questo articolo, in quanto non mi sento di dare eccessive informazioni riguardo la data sopra.

E’ doveroso rendere omaggio all’unico membro della mia famiglia degno di tale tributo. Così iniziai a pensare all’idea di Terra, un nuovo progetto di gioco di ruolo che a scanso di equivoci non sovrascriverà Scriba.

Terra vede protagonista il fantastico cane Kelly, insieme ad altri animali che spiritualmente riusciranno a stabilire un contatto tra di loro e con il pianeta, quest’ultimo da nome al gioco, quindi non è ambientato in un tempo immaginario in un pianeta immaginario. Il tempo sono i giorni nostri, e il paesaggio principale è una dimensione alternativa, una via di mezzo tra l’aldilà e la terra: dove gli spiriti prendono le sembianze dell’ultima forma che ricordano, e vagano senza sapere cosa sia accaduto durante gli istanti di morte.

Diversamente da quel che sono abituato, questo gioco sarà un piattaforma con elementi da gioco di ruolo (quali inventario, livelli, magie, status…).

I primi lavori li iniziai verso fine Gennaio: HUD e sistema di gioco.


Clicca per le dimensioni originali

Son veramente fiero del mio lavoro con fattezze oldschool, tutto funziona perfettamente e per l’occasione ho anche creato una manciata di icone (che se userò o no dipenderà dal proseguimento del gioco).


Il breve passato della HUD

Se volete vedere anche quelle parti che non sono pixelart, come i numeri degli slots e la trasparenza delle barre, ecco lo screenshot della HUD in azione:

Penso che parte del successo sia dovuto agli splendidi colori presi da Tyrian.

Eden Online

Con questo articolo colpisco due bambini con una scarpa. Voglio parlarvi di Eden Online.

Eden Online (precedentemente Paradise) è un MMORPG ancora in via di sviluppo, per la quale sto contribuendo con la mia arte e gestito da un gruppo affiatato di sviluppatori. Purtroppo al momento il gruppo di nome Fuseline Studio non è in possesso di un blog di informazione sullo sviluppo del gioco, ma soltanto di un forum (nel caso vogliate visionarlo).

Ebbene, iniziato come semplice aiuto grafico ormai credo di esser entrato a far parte del progetto senza nessuna formalità dichiarata. Quando questo gioco vedrà la luce? Ancora non si sa, visto che mancano ancora molte features.

Per la prima volta mi sono ritrovato a pixellare qualcosa di isometrico, ed eccone i risultati:


Un set di arredamenti per la casa del proprio personaggio + il template del personaggio.


Qua ho fatto soltanto le due finestre mostrate ingrandite a destra (quelle proposte dal grafico principale slym mi son sembrate troppo moderne, decisamente fuori contesto).


E ultima ma non ultima una completa camminata di 8 frame verso sinistra (basta specchiarla ed eccolo camminare anche verso destra).

Nessun WIP per questo articolo e molti altri arredamenti dovrebbero essere in programma per questo mese, ma non credo che avrò il tempo di poterle realizzare visto che tra un po’ dovrei partire. Questo è un progetto gratuito per la quale mi sono offerto di dare semplicemente una mano, quindi non è lavoro pagato… ma in compenso mi faccio un mucchio di pubblicità.